Librerie virtuali a portata di click

di

ebook-siti-download-italiano

Numerosi studi  hanno ormai comprovato che gli utenti delle nuove generazioni prestano in media un 15% in più di attenzione a formati alternativi,rispetto alla tradizionale impaginazione della carta stampata. Per tale motivo, Idealibro ha cercato di individuare i siti più navigati nei quali incalliti lettori digitali possano trovare un lido per saziare la loro fame di volumi, possibilmente di fattura forestiera. Continua a leggere →

Quando il romanzo di formazione diviene denuncia: “Scimmie” di Alessandro Gallo

di

Sessiz_bir_gun_by_soneryaman

Mentre in Italia molti giovani tra i 20 e i 30 anni si chiedono quale direzione imprimere alla loro vita, Alessandro, classe 1986, nato e cresciuto nel rione Traiano di Napoli, ne ha già calcate due: figlio dell’associato camorrista Gennaro Gallo e cugino di Cristina Pinto, prima donna killer della camorra (meglio conosciuta come Nikita), Continua a leggere →

Giornata mondiale del libro: la lettura salvata dai più giovani.

di

tumblr_lzqf836WiG1qip3ybo1_500

Mai come oggi, in occasione della Giornata Mondiale del libro, è giusto ricordare il ruolo fondamentale svolto dai neofiti della lettura! In un recente articolo comparso su Repubblica, nel quale vengono  commentati dei dati statistici sul consumo di libri tra i più piccoli, ne risulta sorprendentemente che il  58 per cento dei ragazzi tra i 6 e i 17 anni è dedito alla carta stampata. Continua a leggere →

Eroi? Ma quali eroi? Memoria e verità di Thomas Bernhard

di

Thomas Bernhard-memoria-e-verità

Prendiamo un calendario fra le mani: ci accorgeremo che non vi è alcun giorno, fra tutti i 365 registrati, a godere di un attimo di respiro. Santi da celebrare, compleanni da festeggiare, giornate nazionali o internazionali di ogni sorta, morti di personaggi illustri, e così via. Incasellare, quasi avventizzare in tanti piccoli vani di cartoncino la memoria più o meno storica in una serie ordinata di cifre dà forse la – pia – illusione che il ricordo divenga permanenza e non si possa così sfuggire alla sua doverosa e ossequiosa conservazione. “Dimenticare è diventato un dovere sacro, la mancanza di esperienza un privilegio e l’ignoranza una garanzia di successo”, scriveva Hannah Arendt.   Continua a leggere →